Il team di FRESH nasce da una comune esperienza formativa e professionale nel campo della fotografia e della comunicazione, oltre che, dall’interesse per una ricerca che comprende trasversalmente il linguaggio visivo e la comunicazione sociale.

•••

IRENE ALISON è nata a Napoli nel 1977. Giornalista professionista, è attualmente è direttore del magazine Rearviewmirror, quadrimestrale di fotografia documentaria, edito da Postcart. Insieme ai fotografi, sviluppa e realizza progetti di reportage che, negli ultimi anni, sono apparsi su magazine come The Independentl’EspressoD-La Repubblica delle DonneXLMarie Claire e Riders. Collabora con Il Sole24ore e con La Lettura, settimanale de Il Corriere della Sera, occupandosi di fotografia e nuovi media. Ha curato e prodotto progetti fotografici editoriali ed espositivi, tra gli altri, per il Brighton Photo Fringe, Festival Internazionale FotoGrafia di Roma, Officine Fotografiche (Roma), Open Mind Gallery (Milano), Scuola Holden (Torino), Aeroporto Internazionale di Napoli. Docente di Storia della Fotografia Editoriale del Master di Giornalismo dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, è inoltre relatore esterno per la Scuola Marangoni di Firenze e tiene regolarmente workshop e lecture nelle più prestigiose scuole di fotografia italiane.  Il suo primo libro, My Generation – Dieci autori under-40 della fotografia documentaria italiana, è uscito nel 2012 per Postcart. 

•••

MICHELE SMARGIASSI, classe 1957, è giornalista professionista da vent’anni, prima a l’Unità poi a la Repubblica, dove è inviato di cronaca e cultura. Coltiva la sua passione per la storia e l’antropologia sociale della fotografia scrivendo articoli e saggi, curando mostre e pubblicazioni, collaborando con musei e istituzioni, tenendo conferenze e corsi. Ha scritto i libri Un’autentica bugia. La fotografia, il vero, il falso, (Contrasto, 2009); Donne di questo mondo con Uliano Lucas (Diabasis 2003); Lo specchio d’inchiostro con Ghigo Roli (Artioli 1999); Italiani a tavola con Uliano Lucas e Guido Vergani (Mazzotta 2003); ed il saggio La famiglia foto-genica per gli Annali della Storia d’Italia (Einaudi 2004). Nel 2011 è uscito il suo ultimo libro Ora che ci penso. La storia dimenticata delle cose quotidiane (Dalai 2011). Smargiassi attualmente fa parte del comitato scientifico del Centro italiano per la fotografia d’autore di Bibbiena. Per la Repubblica cura un celebre blog Fotocrazia dedicato alle questioni fotografiche.

•••

EMILIANO MANCUSO, nato a Roma nel 1971, dove vive e lavora, ha iniziato tardi a pensare alla fotografia come mezzo espressivo per documentare la storia e rappresentare la realtà. Inizialmente era interessato all’immagine come problema filosofico, sino a laurearsi in Filosofia nel 1997 per poi specializzarsi in Estetica. Lasciati gli studi postuniversitari, all’età di 28 anni ha iniziato a lavorare nel fotogiornalismo. Nel 2004 ha vinto il premio Canon come Miglior Progetto, nel 2005 il premio FNAC, nel 2010 il terzo premio di Pictures Of The Year International, nella categoria single Portrait e the International Photography Awards, Award of Excellence, Editorial. Nel 2006 ha pubblicato Made in Italy, libro collettivo sulla crisi in Italia, e nel 2008 Terre di Sud, sul Mezzogiorno. Nel 2011 ha pubblicato il libro Stato d’Italia. Attualmente collabora con le più importanti testate nazionali ed internazionali. Dal 2009 è membro dell’Agenzia Contrasto

•••

SIMONE DONATI, classe 1977, fotografo documentarista e uno dei fondatori del collettivo TerraProject, che lavora su tematiche sociali, politiche ed ambientali nel mondo. Dopo aver terminato nel 2005 il corso triennale di fotografia alla Fondazione Studio Marangoni di Firenze e uno stage all’agenzia Magnum Photos di New York, inizia ad occuparsi a livello professionale di fotografia documentaria e negli ultimi anni la sua attenzione si è focalizzata in particolar modo sulla situazione politica e sociale italiana. Con il lavoro Valley of Angels che Simone ha svolto nel 2011, è arrivato finalista al Fotografia Festival Roma, al Voies Off di Arles ed all’OjodePez Award for Human Values. Nel 2010 con il lavoro Welcome to Berlusconistan si è aggiudicato il 3° posto del premio Ponchielli. Nel 2009 è stato scelto come “Merit Winner” al Fujifilm Distinctions Awards e nel 2008 è stato selezionato come uno dei tre finalisti nella sezione ritratto al Sony World Photography Awards. Le sue fotografie sono esposte in mostre a livello nazionale e internazionale e pubblicate dalle maggiori riviste italiane ed estere tra cui Le Monde Magazine, Newsweek e Newsweek Japan, L’Espresso, Internazionale, Vanity Fair Italia, GEO Italia e Monocle. Vive e lavora a Firenze.

•••

ELISEO BARBÀRA, nato a Brescia nel 1980, ha studiato presso la Scuola di Specializzazione in Storia dell’Arte all’Università Cattolica di Milano. Nel 2008 inizia a lavorare per la storica agenzia fotografica, Grazia Neri, dove si occupa principalmente di mercati editoriali esteri. Dal 2010 al 2012 lavora come photo editor e agente di fotografi tra Milano, Roma e Londra, collaborando, tra gli altri, per la rivista Internazionale. Attualmente è direttore di MoST Artists, dove rappresenta giovani ed affermati fotografi in diverse realtà. Aperta nel settembre 2012, MoST Artists e i suoi fotografi hanno lavorato con MonocleTelegraph MagazineFinancial TimesLe Monde MagazineCOLORSThe New York TimesTIMEVice e Greenpeace. Nel febbraio 2013 due artisti di MoST hanno ricevuto importanti riconoscimenti internazionali: World Press Photo (Maika Elan, 1° premio storie, Contemporary Issues) e Sony World Photography Award (Zhang Kechun, shortlisted, Landscape). In Asia dal 2012, Eliseo porta avanti altri progetti sulla fotografia e la comunicazione. Oltre sul blog Not Only Photography, scrive per Le Journal de la Photographie ed è uno dei quattro giurati del premio Reminders Photography Stronghold a Tokyo. Vive a Bangkok. 

•••

ANNA IUZZOLINI, laureata in Scienze della comunicazione presso l’Università di Bologna e Siena, svolge un percorso orientato all’analisi del linguaggio visivo e si specializza in Semiotica delle arti. Segue un anno di studi in Pubblicità e relazioni pubbliche all’Università Rey Juan Carlos di Madrid, durante il quale collabora alla decima edizione di Photo España. Vince una borsa di studio per frequentare il Corso di alta formazione in Nuovi giornalismi – Photo editing organizzato dal settimanale Internazionale presso Luiss Business School di Roma. Al termine del corso lavorerà per un breve periodo come photo editor a Internazionale. Trascorre sei mesi a San Francisco dove lavora presso l’Istituto Italiano di Cultura, occupandosi di organizzazione e promozione di eventi culturali. Dal 2010 collabora con il collettivo di fotografia documentaria TerraProject e dal 2011 ricopre il ruolo di project coordinator, occupandosi di progettazione, fundraising e affiancando i fotografi nella realizzazione di progetti collettivi, dall’ideazione all’editing finale. Dal 2012 è entrata a far parte del direttivo di YarT Photography e si occupa di progettazione e curatela di progetti fotografici.

•••

YULIA TIKHOMIROVA, fotografa, curatrice e docente originaria di San Pietroburgo che attualmente risiede a Bologna. Laureata in Scienze della comunicazione all’Università Statale di San Pietroburgo e in Fotografia all’Accademia di Belle Arti di Bologna, ha frequentato il Corso di Alta Formazione per Photo Editing organizzato dal settimanale Internazionale presso Luiss Business School di Roma. Tikhomirova inizia la sua carriera giornalistica a San Pietroburgo pubblicando materiali sull’arte per varie testate. Successivamente diventa redattrice della sezione culturale del mensile russo-tedesco St-Petersburgische Zeintung. Ha trascorso tre anni in Svizzera a Berna lavorando presso Swiss Radio International in qualità di redattrice. Trasferendosi in Italia si è concentrata sul lavoro curatoriale ed ha collaborato con varie realtà fotografiche (Fotodepartament, TerraProject, 10b Photography, Casa della Fotografia, PaolettiFoto, Passion&Profession, Scuola di fotografia di Rodchenko, Mosca). Attualmente insegna Progettazione fotografica per comunicazione visiva per diversi enti di formazione, cura mostre ed eventi fotografici per YarT Photography, è responsabile del dipartimento Educational di 10b Photography di Roma e si occupa del progetto formativo Workshop fotografico a San Pietroburgo e Mosca.

•••

YART PHOTOGRAPHY, associazione culturale, nasce nel novembre 2010 come Y’art Project occupandosi di promozione e ricerca nell’ambito del linguaggio audiovisivo, dell’immagine fotografica e della comunicazione visiva. Fin dalla sua nascita Y’art Project si occupa nello specifico dello sviluppo di progetti di documentazione ed identità visiva, di organizzazione di eventi, mostre e di percorsi di formazione nell’ambito della multimedialità. Uno dei principali obiettivi di Y’art Project è la sperimentazione di nuove strutture narrative nel campo della fotografia documentaria, artistica e del video.

Nel 2012 Y’art si trasforma in YarT Photography, concentrandosi sulla promozione della cultura visiva, in particolare della fotografia ed attivando collaborazioni a livello nazionale e internazionale per creare una rete sinergica di contesti che si prefiggano il medesimo scopo: formare e promuovere giovani operatori culturali nel campo della fotografia.

YarT ha organizzato le seguenti rassegne ed eventi:

• NoStrano, mostra fotografica di Veronica Daltri e Ilaria Di Biagio per Arte Fiera 2014, Bologna;

Workshop Fotografia come rivelazione con Michael Ackerman a San Pietroburgo, luglio 2014

Workshop di fotogiornalismo multimediale Advanced Multimedia Storytelling a Roma, giugno 2014

Workshop di post produzione per fotografia documentaria a Roma presso la galleria 10b Photography

Workshop Arte • Architettura • Ambiente in Maremma (Toscana), settembre 2013.

Mostra fotografica Questa è la mia storia.. per Human Rights Nights, palazzo d’Accursio, Bologna, 2013.

• Workshop: Costruzione del libro fotografico per Fruit. Self publishing exhibition, 2013;

MM/BB mostra fotografica in collaborazione con Paoletti Foto per ART CITY, Arte Fiera 2013;

Workshop di fotografia a San Pietroburgo (2012, 2013) in collaborazione con TerraProject, Hasselblad e la fondazione Fotodepartament;

Workshop di fotografia a Roma in collaborazione con Francesco Zizola e la galleria 10b Photography;

Workshop di fotografia a Mosca in collaborazione con Davide Monteleone e la Scuola di fotografia di Rodchenko;

• Scuola Pratica di Fotografia di Bologna in collaborazione con Casa di Fotografia;

• Faraway, So Close!, mostra di fotografia contemporanea russa per Passion&Profession, Bologna;

• A Perfect Dream, mostra-installazione di Egor Rogalev per Arte Fiera 2011, Bologna;

• BolognaFotografica la prima mostra mercato della fotografia a Bologna, in collaborazione con La Casa della Fotografia per Arte Fiera 2012;

• Tutto quello che non riesco a dirti.. rassegna che ha visto come protagonisti giovani performer e video-artisti dell’Accademia Belle Arti di Bologna;

Corsi di fotografia digitale e post-produzione