Milano è la seconda città agricola d’Italia, la prima per produzione.

Eppure la percezione che si ha della metropoli è diametralmente opposta: finanza, servizi, glamour, frenesia, cemento.

Nonostante tutto, le cascine di Milano continuano a vivere. L’intera cintura urbana ne è costellata: scampoli di campagna incuneati fra i palazzi, costretti a una difficile sopravvivenza, o consegnati alla rovina o, forse ancora peggio, a una selvaggia “riqualificazione”.

Della campagna, la città si è sempre nutrita. Ma sulla sottile linea di confine che separa il “dentro” dal “fuori”, oggi cosa rimane?

©YarT Photography. All rights reserved